Transizione energia pulita

Non ci sono solo le sfide tecnologiche e scientifiche, ma anche una migliore comprensione delle questioni trasversali relative a questioni socioeconomiche, di genere, socioculturali e socio-politiche. 

Affrontare queste problematiche aiuterà a escogitare metodi più efficaci per coinvolgere i cittadini e comprendere meglio i punti di vista e le attitudini legate all'energia, portando infine a una maggiore accettabilità sociale nonché a disposizioni di governance più durature e benefici socioeconomici.

La transizione verso un sistema energetico a basse emissioni di carbonio pone sfide particolari per le regioni ancora fortemente dipendenti dalle industrie basate sui combustibili fossili o dall'estrazione di combustibili fossili ("regioni ad alta intensità di carbone e carbonio "). 

Allo stesso tempo, questa transizione offre importanti opportunità per lo sviluppo di nuove linee di business e per aumentare la competitività delle regioni strutturalmente deboli. Concentrandoci sugli ultimi 5-10 anni fino ad oggi, un'attenzione particolare dovrebbe essere focalizzata sui seguenti temi:
  • Quali sono le principali sfide socioeconomiche che affrontano oggi le regioni ad alta intensità di carbone e carbonio e quali sono le conseguenze di questi sui mezzi di sostentamento e sulla sostenibilità delle economie locali e regionali?
  • Quali strategie di coping sono emerse negli ultimi anni? Quali sono le principali differenze tra regioni che stanno affrontando bene e quelle che non lo sono?
  • In che misura le regioni ad alta intensità di carbone e carbonio hanno sperimentato la migrazione verso l'esterno negli ultimi anni e in che modo questo ha influito sulla loro composizione sociale e demografica?
  • Quali sono gli eventuali effetti di questi cambiamenti sulla crescita del populismo e degli atteggiamenti antidemocratici nelle regioni interessate?

La Commissione ritiene che le proposte che richiedono un contributo dell'UE tra 1 e 3 milioni di euro consentirebbero di affrontare adeguatamente questa specifica sfida. Ciò nonostante, ciò non preclude la presentazione e la selezione di proposte che richiedono altri importi.

Informazioni sul risultato della valutazione: massimo 5 mesi dalla scadenza
Firma delle convenzioni di sovvenzione: massimo 8 mesi dalla scadenza.


Commenti

Il canale web è realizzato da Patrizio Pinnaro' @2018.
Le informazioni pubblicate sono state acquisite sul portale web della Commissione Europea ed elaborate per agevolare la diffusione delle opportunità disponibili.