Etica dell'innovazione: la sfida delle nuove modalità

L'innovazione, dall'idea al prodotto e includendo l'innovazione sociale, è il principale motore del cambiamento, un pilastro della crescita dell'UE e a livello mondiale per lo sviluppo socio-economico. Affronta sfide chiave in settori quali l'ambiente e la salute e migliora la qualità della vita e il benessere dei cittadini.

Negli ultimi anni, le modalità di interazione tra i diversi stakeholder si sono evolute in modo significativo. La partecipazione attiva dei cittadini alla scienza e all'innovazione ha guadagnato importanza. I nuovi strumenti IT hanno profondamente influenzato il modo in cui i ricercatori lavorano e interagiscono. Questi sviluppi sono promettenti e hanno numerosi vantaggi. Tuttavia, queste nuove modalità di innovazione sollevano anche considerazioni etiche e normative, comprese preoccupazioni riguardanti la protezione dei cittadini partecipanti, il loro potenziale sfruttamento, la raccolta di big data e le relative considerazioni sulla privacy, nonché questioni relative alla proprietà intellettuale.

Il ruolo della partecipazione dei cittadini all'innovazione (compresa l'innovazione sociale) deve essere analizzato al fine di massimizzare l'efficacia di questa partecipazione per tutte le parti interessate, tenendo conto delle possibili differenze di genere. Dovrebbero essere identificate le migliori pratiche per un coinvolgimento attivo dei cittadini e delle parti interessate nei processi di innovazione. La progettazione e l'uso degli strumenti informatici dovrebbero anche essere considerati al fine di ottimizzare la partecipazione delle parti interessate.

L'azione dovrebbe coinvolgere agenzie di innovazione e / o organizzazioni di finanziamento della ricerca e dell'innovazione, che sono chiamate ad applicare i risultati del progetto nelle loro procedure interne.

La Commissione ritiene che le proposte che richiedono un contributo dell'UE dell'ordine di 3 milioni di euro consentirebbero di affrontare adeguatamente questa specifica sfida. Ciò nonostante, ciò non preclude la presentazione e la selezione di proposte che richiedono altri importi.

Tempo indicativo per la valutazione e le convenzioni di sovvenzione:
Informazioni sul risultato della valutazione ( chiamata in una fase ): massimo 5 mesi dalla scadenza per la presentazione. 
Firma delle convenzioni di sovvenzione: massimo 8 mesi dalla scadenza per la presentazione. 

Commenti

Il canale web è realizzato da Patrizio Pinnaro' @2018.
Le informazioni pubblicate sono state acquisite sul portale web della Commissione Europea ed elaborate per agevolare la diffusione delle opportunità disponibili.