Cluster chimico, biologico, radiologico e nucleare

Le tecnologie e le innovazioni nel settore chimico, biologico, radiologico e nucleare sono sviluppate da aziende che spesso incontrano difficoltà nel portarle sui mercati. 

Possono essere identificati almeno tre motivi:
  1. si rivolgono a mercati locali di nicchia;
  2. queste aziende non hanno né le capacità né l'obiettivo strategico di andare per i mercati esteri;
  3. le singole tecnologie che sviluppano possono farcela sul mercato solo se integrate e combinate con altri strumenti da altre aziende che hanno le capacità e la strategia per commercializzare i prodotti all'estero, e possibilmente sul mercato globale.
In questo contesto, nel 2017 è stata definita una piattaforma per rispondere al tema, a cui deve essere aggiunto un numero maggiore di tecnologie, dispositivi e servizi innovativi.

Tra il 2019 e il 2020 la Commissione selezionerà diverse azioni di ricerca ed innovazione finalizzate allo sviluppo di nuove tecnologie identificate nel catalogo, aggiornate regolarmente dal progetto ENCIRCLE. Ciascuna di queste azioni sarà guidata da una PMI.

Ogni consorzio che implementa tale RIA non deve solo stabilire un accordo consorziale tra i suoi membri, ma anche un accordo con i partecipanti al progetto ENCIRCLE che deve stabilire come i risultati della RIA saranno sfruttati e integrati nelle piattaforme gestite da ENCIRCLE.

Bilancio indicativo: la Commissione ritiene che le proposte che richiedono un contributo dell'UE di circa 3,5 milioni di euro per azione per questo argomento siano affrontate in modo adeguato. Ciò non preclude tuttavia la presentazione e la selezione di proposte che richiedono altri importi.

Informazioni sul risultato della valutazione ( chiamata in una fase ):
massimo 5 mesi dalla scadenza per la presentazione. 

Firma delle convenzioni di sovvenzione:
massimo 8 mesi dalla scadenza per la presentazione.


Commenti

Il canale web è realizzato da Patrizio Pinnaro' @2018.
Le informazioni pubblicate sono state acquisite sul portale web della Commissione Europea ed elaborate per agevolare la diffusione delle opportunità disponibili.