Digital Innovation Hub


La comunicazione [COM (2016) 180 final - "Digitalizzare l'industria europea - cogliere appieno i benefici di un mercato unico digitale"] delinea la strategia per consentire all'Unione europea di cogliere appieno le opportunità offerte dalla digitalizzazione in tutti i settori industriali e dei servizi. Oltre al sostegno a settori tecnologici chiave, un aspetto essenziale è promuovere l'adozione di tecnologie e innovazioni digitali, nonché sinergie con altre tecnologie abilitanti fondamentali.

Le proposte devono affrontare tutte le seguenti quattro attività, vale a dire costruzione di piattaforme, pilotaggio su larga scala, costruzione di ecosistemi e standardizzazione.
  1. Nella costruzione della piattaforma le proposte devono sviluppare piattaforme digitali di prossima generazione, che si basino sullo stato dell'arte, riutilizzino ciò che è disponibile e integrino tecnologie diverse, quali IoT, AI, robotica, cloud e Big Data. Le piattaforme dovrebbero mirare all'apertura e all'interoperabilità tra piattaforme per evitare il lock-in, prevenire posizioni dominanti dei singoli giocatori e conformarsi agli standard e alle normative. Le proposte devono mirare a soluzioni per PMI e mid-cap, tenendo conto dell'interoperabilità con le soluzioni emergenti e future. Ciò potrebbe richiedere la mappatura dei modelli di architettura di riferimento per l'integrazione di piattaforme settoriali esistenti. Le interfacce della piattaforma devono essere descritte tramite specifiche aperte e devono essere sviluppate le implementazioni di riferimento.
  2. Nel pilotaggio su larga scalavengono installati i piloti che utilizzano le piattaforme digitali, sviluppano applicazioni prototipo sulle piattaforme e convalidano le piattaforme in ambienti controllati e ridotti e in casi di utilizzo reali. I piloti possono adattare le piattaforme a specifiche esigenze applicative e convalidare la loro pertinenza per tali esigenze, al fine di favorire l'adozione e l'impiego su larga scala. I progetti pilota dovrebbero coprire scenari applicativi innovativi con un alto impatto socioeconomico. Dimostrazione di cooperazione tra piloti di grandi dimensioni in diversi domini e combinazione di servizi di settori / domini diversi. L'esigenza fondamentale è quella di fornire soluzioni interoperabili che forniscano un'esperienza che i clienti o le imprese richiedono, per testarle in ambienti normativi complessi e fornire indicazioni per un'implementazione sicura e sicura.
  3. Nella costruzione degli ecosistemi , la diffusione delle piattaforme digitali è favorita dall'espansione dell'ecosistema degli attori coinvolti e dalle opportunità per gli imprenditori promuovendo nuove aperture di mercato che consentano anche a giocatori sempre più piccoli di acquisire valore. Ad esempio, i piccoli e innovativi operatori TIC possono sviluppare servizi / applicazioni con un chiaro valore sociale ed economico, oltre alle piattaforme digitali. Inoltre, i piloti aggiuntivi su piccola scala possono essere condotti dalle PMI, convalidando le piattaforme digitali e le applicazioni prototipo. Gli esperimenti in esecuzione sui piloti, in scenari specifici, consentiranno la convalida e l'accettazione da parte di tutti gli attori dell'ecosistema e in particolare degli utenti.
  4. Nella normalizzazione , dovrebbero essere forniti contributi a organismi di normalizzazione adeguati o attività prenormative, come indicato nella comunicazione sulle priorità della standardizzazione delle TIC per il mercato unico digitale.
Sono disponibili i seguenti programmi europei diretti, con scadenza per l'inoltro della proposta il 14 novembre 2018 :

  

I soggetti interessati possono attivare il servizio info call link per ricevere le informazioni e la documentazione disponibile.

Commenti

Il canale web è realizzato da Patrizio Pinnaro' @2018.
Le informazioni pubblicate sono state acquisite sul portale web della Commissione Europea ed elaborate per agevolare la diffusione delle opportunità disponibili.