Cluster per nuove catene di valore industriali


Le PMI hanno bisogno di aiuto per generare, assorbire e capitalizzare meglio tutte le forme di conoscenza, creatività, artigianato e innovazione - anche per l'applicazione di tecnologie esistenti o emergenti, produzione avanzata, TIC, soluzioni eco innovative e efficienti in termini di risorse, nuovi affari modelli, innovazione di servizio e design. Il potenziale dei cluster - che rappresentano ecosistemi favorevoli per l'innovazione e l'imprenditorialità - deve essere sfruttato meglio a tale riguardo.

Le organizzazioni di cluster o altri intermediari PMI devono essere invitate a creare attività di collaborazione e di networking per le PMI e creare uno "spazio aperto" favorevole per la fertilizzazione intersettoriale e l'innovazione della catena del valore.

Ogni proposta dovrebbe dimostrare la capacità di:
  • convalidare idee per progetti di innovazione strutturati guidati da PMI di diversi settori e paesi in collaborazione con altri attori dell'innovazione e facilitare il coordinamento verso nuove catene di valore industriali attraverso questo spazio di collaborazione.
  • sostenere le attività di innovazione e / o canalizzare un mix di diverse misure mirate di sostegno imprenditoriale e di innovazione (come tutoraggio, coaching, voucher di assistenza tecnica, ecc.) direttamente agli attori dell'innovazione dei progetti di innovazione convalidati per supportare ulteriormente il loro sviluppo, integrazione e dimostrazione su larga scala in modo strategico. Almeno il 75% del bilancio totale proposto è stanziato per sostenere direttamente l'innovazione nelle PMI, in modo che le PMI beneficino o partecipando al consorzio o ricevendo un sostegno finanziario e / o di altro tipo come una terza parte (impresa) in linea con le condizioni del programma di lavoro.

Per la prima fase della procedura di presentazione, i candidati devono fornire una nota concettuale (di massimo 10 pagine), che dovrebbe includere una chiara descrizione delle idee e degli obiettivi per un'azione innovativa verso lo sviluppo di nuove catene di valore industriali e un spiegazione delle principali attività, modalità di attuazione (incluso il sostegno finanziario a terzi, se del caso, e come conseguire l'obiettivo di destinare almeno il 75% del bilancio totale proposto per sostenere direttamente l'innovazione nelle PMI) ed i risultati previsti (facendo riferimento alle condizioni di concessione per questo argomento).

La Commissione ritiene che le proposte che richiedono un contributo dell'UE tra 2,5 e 5 milioni di euro consentirebbero di affrontare adeguatamente questa specifica sfida. Tuttavia non è preclusa la presentazione e la selezione di proposte che richiedono altri importi.

Informazioni sull'esito della valutazione ( due fasi di chiamata): 
Per la fase 1: massimo 3 mesi dal termine ultimo per la presentazione. 
Per la fase 2: massimo 5 mesi dalla scadenza per la presentazione della fase 2.

Firma delle convenzioni di sovvenzione: 
massimo 8 mesi dalla scadenza per la presentazione della fase 2.

Apertura call: 6 novembre 2018
Scadenza call: 3 aprile 2019

Commenti

Il canale web è realizzato da Patrizio Pinnaro' @2018.
Le informazioni pubblicate sono state acquisite sul portale web della Commissione Europea ed elaborate per agevolare la diffusione delle opportunità disponibili.